ABBRONZATISSIMI

Da ragazzino amavo fare buchi nella sabbia. Come oggi Jacopo e Nicolò. Allora c’era il bagnino, in genere un vecchio del posto, dove si andava con tutta la famiglia, uno di quelli che ci abitano e curano quel tratto di spiaggia come fosse il marciapiede di quartiere. Si avvicinava, ossuto e abbronzatissimo, piantava i piedi sul bordo della buca. Non diceva nulla. Ma tu prendevi a riempire la buca, con gli occhi bassi e a cosa finita ti allontanavi come preso da un desiderio di fare il bagno per lavare la vergogna: era più il desiderio di scomparire dalla figuraccia.
Oggi Jacopo e Nicolò ci danno dentro con secchiello e paletta, scaraventano giù dai lettini mamma e papà perchè il tessuto forellato è un “setaccio”, spostano sedie sdraio dei vicini d’ombrellone, guardano sempre meno le formine e i castelli di sabbia a vantaggio di ruspe cingolate e autocarri di plastica col cassone.
Li osservo, prima distratto, poi sempre più assorto: movimentano spiaggia da qui a là e viceversa, senza alcun criterio se non quello del gioco e del gusto del brum brum da cantiere. Sono così innocenti…
Come i nostri amministratori.

Annunci

Lascia un commento

Archiviato in Senza categoria

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...