CHI GALLEGGIA NON AFFONDA

Quest’ amministrazione vignalesca è fatta alla sua maniera. Può anche non piacere, ma è strafatta a modo suo.
Più o meno come quel tizio che va al bagno, non tira l’acqua e nega la paternità dello stronzo.
E dopo di lui arrivi tu che non sai dove farla, ti accorgi del disastro e non puoi più tornare indietro: primo perchè te la stai facendo addosso, secondo perchè diranno che quel galleggiante è roba tua.
Per esempio Via Farini è come quel tubo dello scarico che si è intasato per eccesso di carta igienica: s’è formato un bolo che blocca lo scarico e il livello dell’acqua sale. Come sale il prodotto interno lordo.
In Via Farini il prodotto interno lordo è lo scatolone di Rosi, quel Parmacotto Restaurant che non si sciacqua via nemmeno con lo scopettone e l’anitra wc gli fa da condimento.
Ormai girare per Parma è un po’ come andare di corpo, diventa caratteristico muoversi
con dimestichezza tra la pioggia di calcestronzo con la mania di grandezza
che ha dato all’ intestino un primato da doping.
Pestarla è divenuto impossibile: la merda è monumentale.
La viabilità è stitica, Parma un museo a cielo aperto.
Addio alle rondini, a primavera tornano le mosche.

Annunci

Lascia un commento

Archiviato in Senza categoria

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...