ARRESTATO NICOLA VALENTI!!!

Nicola Valenti è stato arrestato alle 11,10 di questa mattina.
L’operazione ha richiesto l’intervento di un forte dispiegamento di forze del disordine.
Il Valenti sarebbe stato colto in flagranza di reato mentre cercava di comunicare educatamente con le autorità.
Secondo l’ Avvocato Alice Ciceti, legale del reo, il proprio cliente avrebbe apostrofato tali autorità con frasi di senso compiuto la cui analisi grammaticale sarebbe risultata incomprensibile ai quaranta vocaboli in possesso all’Amministrazione Comunale. L’ufficio stampa del Sindaco Pietro Vignali avrebbe commentato a caldo che non si è trattato del solito pusher negro e pure ghanese, ma di un vera e propria minaccia alla collettività, i cui modi garbati e intelligenti non si addicono a una Parma civica.
L’arresto è avvenuto nei pressi di un piazzale imprecisato, le cui genealità non sono state rese note per motivi di sicurezza (alcuni asessori locali si sarebbero precipitati a segnare il territorio senza tuttavia portare a termine l’operazione, in quanto mancano all’appello alcuni alberi trentennali), mentre il Valenti leggeva “Florario”  di Alfredo Cattabiani.  Il Valenti, colto di sorpresa, non avrebbe avuto il tempo di reagire, ma dalla foto si intuisce chiaramente come quel sorriso arrogante sia un evidente plagio nei confronti dell’Amministrazione Comunale di Parma,
che ne detiene i diritti di sfruttamento.
Immediate le prime reazioni: “Nicola Valenti ha rotto il c…” avrebbe dichiarato Davide Mora, Ass. alla Sviabilità;
l’ Ass. all’ Urbanistica Giorgio Avello avrebbe annunciato un piano per riqualificare Nicola Valenti con un monumento… sopra però; secondo Pietro Vignali, sindaco di Luigi Giuseppe Villani, “con Nicola Valenti si chiude uno dei periodi più illuminati di questa città: il ritorno al buio ci farà risparmiare un sacco di soldi da investire nelle riqualificazioni”; per il Vescovo Solmi “è una liberazione dopo che per mesi il Valenti aveva traviato un discreto numero di suore innocenti”; Giuliano Molossi, Direttore della Ragazzetta di Parma, dedicherà “un editoriale a firma di Pino Agnetti sull’uso giustificato della forza nei quartieri cittadini in via di sviluppo ove più è necessario esportare democrazia”; secco il commento di Fecci Sognare, Ass. all’Insicurezza “Cazzo se non la percepite adesso la sicurezza!”; noia è stata espressa da Massimo Moine per il quale “i finti compagni meritano una fine da veri fascisti!!”; anche la Lega si unisce al coro “Iii-ooohhh”, poi smentita da un congiunto “Devi morire… tà dà tà dà!!”.
Nicola Valenti è sotto sorveglianza 24 su 24: per il Comune di Parma, fa sapere uno dei suoi uffici stampa,
“si teme un rigurgito del Cittadino Mannaro

Annunci

Lascia un commento

Archiviato in Senza categoria

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...