LE FERIE DELLA RAGIONE

La città va a puttane, loro vanno in ferie. Mi riferisco a quei consiglieri che avevano già prenotato (eccheccazzo): a loro i solari ai cittadini la vaselina. Così niente più consiglio comunale. A che punto è la notte? L’indignazione dei Portici del Grano non sfonda il perimetro, non invade la piazza e tantomeno contagia la maggioranza di una città dormitorio. Questo nonostante lo straordinario sforzo ed esempio civico di centinaia di pamigiani ostinati in questa idea di legalità. Pazzi come solo la pazzia sa essere elogiata! Dov’è Parma la guardona? Durante le audizioni del processo Parmalat, i Parmigiani gabbati (e sono tanti) da uno dei tanti patron alla parmigiana non si sono fatti vedere in tribunale come ci si aspettava a mostrare la loro rabbia. Ha prevalso un senso di vergogna o qualcosa di molto simile all’indifferenza. Come adesso, i Parmigiani che si “indignano” al bar o alla finestra stanno facendo perdere a una città intera l’occasione che quelle poche centinaia di arditi (martedì l’indignazione che non va in ferie proseguirà partendo proprio dal monumento alle Barricate) offrono a tutti noi: un cambiamento che  mai come oggi è indispensabile. Pare quasi di poter voltare pagina di un libro che da troppi anni è scritto a troppe mani insaziabili. Pare… perchè la Parma che sta a guardare non è interessata nè a fare i conti con quanto è stato scritto prima nè a riempire le pagine bianche che seguono. Eppure non si chiede il sangue di nessuno (per quanto chi lotta da anni contro inceneritore, voragini, acqua privatizzata, diritto alla casa, diritti… è come se ci mettesse anche quello!) ma solo l’inchiostro per mettere nero su bianco l’inizio di una nuova storia che potrebbe portare la firma di tutti. In questa città dove il sindaco è un omino virtuale, un ologramma proiettato da Mangiafuoco, la maggioranza cittadina si lascia rappresentare da un sitema putrido.

E quelle centinaia di ragazzi e ragazze, uomini e donne alle quali la città intera dovrebbe ispirarsi e prendere finalmente a modello? Forse questa città non li merita, ma è altrettanto vero che questi arditi meritano una città diversa, come dire: onesta.

Annunci

2 commenti

Archiviato in Senza categoria

2 risposte a “LE FERIE DELLA RAGIONE

  1. Grazie per gli arditi, sono una cittadina che lotta per una città diversa che in questi giorni è scesa in piazza e continuerà a farlo perchè convinta che solo l’indignazione e la pertecipazione dei cittadini può portare ad un cambiamento.
    E’ vero non siamo tanti, la città non cè ma è già importante che tante associazioni e semplici cittadini, al di la delle differenze, si siano ritrovati per dire BASTA!
    Sotto i portici del grano abbiamo raccolto circa 540 firme per le dimissioni di VIgnali e la petizione online ha già superato le 1300. Per sapere cosa pensano i cittadini di Parma è interessante leggere i loro commenti, l’indirizzo è il seguente:
    http://www.liberacittadinanza.it/petizioni/sindaco-vignali-dimettiti

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...