LA SOLITUDINE DEL PARERE LEGALE


Prendiamo atto della decisione dei capigruppo nella riunione di ieri circa l’ammissibilità del referendum. Giorgio Pagliari (PD), Marco Ablondi (PRC), Paolo Pizzigoni, (Altrapolitica), Matteo Agoletti (UDC), Mario Variati (Impegno per Parma), Massimo Iotti (Vicepresidente, PD) ed Elvio Ubaldi (Presidente, Civiltà Parmigiana) all’unanimità hanno chiesto un parere legale non necessario con l’evidente intento di ritardarne l’eventuale approvazione e posticiparne la data a dopo il 2013.

Comincia così il comunicato stampa del Comitato Gestione Corretta Rifiuti in merito alla decisione dei Capigruppo del Consiglio Comunale di Parma di rimandare la decisione sull’ammissibilità del referendum sull’inceneritore (del cui comitato referendario faccio parte). In questa decisione si manifestano due aspetti fondamentali: la paura di un’opinione pubblica avversa agli amministratori della città e la distanza sempre più siderale che allontana gli stessi dai cittadini: vite parallele che non si incontrano.
Ai cittadini di Parma chiedo un minuto di raccoglimento per quel parere legale e la solitudine che deve provare in un mare di ambiguità, ritardi, silenzi e unanimità che avallano i peggiori sospetti su un inceneritore che, prima ancora di essere terminato, sta già bruciando il diritto fondamentale alla libertà di parola.

Annunci

Lascia un commento

Archiviato in Senza categoria

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...