Stefano Cucchi: non si muore di sola morte

Alla fine ti resta soltanto la morte, quella fisica di Stefano, la morte dentro dei genitori e della sorella, la morte di chi si aspettava (parola grossa) giustizia. Ma la morte di Stefano non è definitiva e non solo per l’immagine di un accanimento barbaramente umano (e oggi assolto), si traduce in condanna a vita per la famiglia, ad oggi l’unica condanna emessa. “Buona notte e buona fortuna“.

Cucchi

da ilFattoquotidiano.it del 1.11.2014

Annunci

Lascia un commento

Archiviato in Senza categoria

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...